Openspeleo - Buca del Diavolo

Name Buca del Diavolo Insertion date 2007-01-01 00:00:00 Date updated 2006-10-18 06:45:56
Type of cavity grotta State Italy District 231 Place Taverne Number cadastre 11/MA Mc Length amount 40 Unevenness -80 Longitude 0°27'17'' Est di M.Mario Latitude 43° 01'07'' N Altitude 860 m slm Cartography 123 III SE Colfiorito
Route of access Da Colfiorito (PG) si prende la strada provinciale per Taverne e Visso. Superati gli scavi e l'antica chiesa romanica di Plestia, si giunge in vista dell'abitato di Taverne, dove si abbandona la provinciale per piegare a destra in salita lungo una sterrata (indicazione "Tiro al Piattello").
Al bivio successivo si prende ancora a destra su carrareccia molto sconnessa, e poco dopo si arriva a superare un impluvio. Proseguendo oltre viene raggiunta un vasto prato in pendenza chiuso in alto da una pineta: si parcheggia in qualche modo. La voragine è in mezzo al prato a una cinquantina di metri di distanza dalla pineta; il foro del diametro di meno di un metro è circondato da una recinzione e chiuso da una grata apribile.
Description la grotta, dallo sviluppo estremamente lineare, si presenta come un'ininterrotta serie di piccoli e brevi pozzi intervallati da anguste fessure. Inizia con un P14 con ingresso a dolina, alla cui base, percorsi pochi metri nella china detritica, si apre immediatamente il 2 pozzetto (P4) fangoso. A questo segue un P10 dall'ingresso molto delicato per dimensioni e pericolo di frane; alla base si prosegue oltrepassando una breve ma stretta fessura che si immette direttamente nel 4 pozzo P15, sceso il quale, s'imbocca un evidente cunicolo nella frana che da accesso all'ultimo pozzo di 19 mt. Qui termina la grotta di fronte all'ennesima fessura, più volte oggetto di infruttuose disostruzioni. NOTE: la cavità è attrezzata con piton e spit; questi ultimi, data la scarsa resistenza meccanica della roccia (scaglia rossa), sono sovente inutilizzabili: consigliabile pertanto portarsi appresso tutto il necessario per chiodare, con preferenza per piton. Particolare attenzione va prestata nel superamento della buca da lettere che immette nel 3° pozzo, a causa della frana instabile nella quale si è costretti ad infilarsi, mentre la base dell'ultimo pozzo (soggetto a caduta di pietre) offre riparo per sole due persone. Comportarsi di conseguenna. Attenzione: la cavità recentemente è stata chiusa con tombino in ferro. Per le chiavi rivolgersi alla Comunità Agraria di Dignano. Sheet
RIFERIMENTO ZONA ATTACCO FRAZIONAMENTO NOTE
Pozzo d'accesso Corda 25 m Pali recinzione 2 spit  
Pozzetto e secondo pozzo Corda 25 m 2 spit 2 spit Caduta sassi
Terzo pozzo Corda 25 m 1 spit 2 spit Acqua
Quarto pozzo Corda 30 m 2 spit 2 spit Caduta sassi
Other,note Tempo medio A/R: 2,5 ore
Successione dei salti dell'itinerario: P14/P4/P10/P15/P19
Materiale necessario: C20/C25, (per P4 e P10)/ C25/C30,15 placche, trousse completa d'armo + Piton
Pe­riodo consigliato: aprile/novembre
Difficoltà complessive: PD

FLASH STORICO:
La cavità fu esplorata dal GSM nel 1949; più tardi il CRS esplorò, disostruendolo, l'ultimo pozzo dì 20 mt.
Cart1
Cart2
Cart3




Coordinate convertite per gps
Lat:43.01946886N Lon:12.9068761E Datum:WGS84
Share |
You must be registered to Openspeleo to post a comment


 stay connected
Password recovery
Register