Openspeleo - Tana da Ciocca

Nom Tana da Ciocca Insertion date 2007-01-01 00:00:00 Date updated 2004-10-14 19:43:48
Type de cavité grotta Pays Italy Province 218 Village Emplacement Pontori di Nè Numéro de registre 133 Li Longueur totale 35 Gradient -30 Longitude 09°26'33",2 Est Latitude 44°22'12",1 Nord Elevation 730 m slm Cartographie CTR 232020 Arzeno
Géologie La grotta si apre nell'area carsica GE 36 Alta Val Graveglia.
La Val Graveglia (GE), terra avara di grotte e, ancorpiù, di verticali, è sempre stata una nostra meta preferita nelle uscite ''a tempo perduto''.
Da circa un paio d'anni ci siamo intestarditi nella ricerca della Tana da Ciocca Li 133, un ''abisso'' con una verticale, praticamente unica, di una trentina di metri, ormai dimenticato da decenni.
Inutile dire che le antiche coordinate del catasto ligure sono clamorosamente errate (oltre un chilometro e mezzo) e le indicazioni reperite dai vecchi testi sono quantomai ''sui generis''.
Dopo diverse ricognizioni si riesce ad individuare, a grandi linee, la zona ma, nonostante le indicazioni di alcuni abitanti della valle, l'ingresso della Ciocca rimane un fantasma.
Finalmente, nel settembre 2002, grazie alla preziosa e cortese collaborazione dei signori Giacomo e Piero della Val Graveglia, ci ritroviamo di fronte all'ingresso a pozzo della Tana da Ciocca.
Tempo un mese, si arma e si scende.
Description Il pozzo iniziale è un bel P25, ampio circa 8 metri nel punto massimo, con una grossa cengia a -15, al di sotto della quale le concrezioni si fanno molto diffuse e belle.
Sul fondo, superata una breve strettoia che sfocia su un saltino di circa 3 metri, ci si ritrova in una modesta saletta dal pavimento coperto di ciottoli e dalle pareti riccamente concrezionate.
Le eventuali prosecuzioni si intravvedono lungo due stretti cunicoli ascendenti che necessitano di disostruzione forzata.
Anche a livello della cengia a -15, un impercorribile cunicolo orizzontale lascia un tratteggio nel nostro rilievo.
Grotta bella e divertente, adatta come primissima uscita verticale per neofiti; unico neo: il cumulo di spazzatura sul fondo del P25 (matasse di centinaia di metri di cavo d'acciaio, serbatoi portatili per il verde rame - semipieni di liquami, coprimozzi da auto e numerosi sacchetti di nylon), adornato da una ''splendida'' carcassa di cinghiale in putrefazione.
Sono stati avvistati un pipistrello dalle dimensioni ''gigantesche'' e numerosi geotritoni.
D'autres, note Tratto dal sito dell'Associazione Speleologica Genovese "San Giorgio", http://web.tiscali.it/asgsangiorgio
Cart1
Cart2
Photo
Photo
Photo




Coordinate convertite per gps
Lat:44.36904088N Lon:9.44146624E Datum:WGS84
Share |
You must be registered to Openspeleo to post a comment


 stay connected
Password recovery
Inscrivez-vous